Indice del forum Miodesopsie.it
Il portale sulle miodesopsie
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista degli utentiLista degli utenti   Gruppi utentiGruppi utenti   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

Come vedere i propri floaters
Vai a pagina Precedente  1, 2
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Accorgimenti, trucchi e consigli
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
liviasophie



Registrato: 26/11/10 09:16
Messaggi: 55

MessaggioInviato: Mer 06 Apr, 2011 19:13    Oggetto: Rispondi citando

Quando mi è accaduto io invece stavo facendo un esperimento con dei bambini delle elementari su come gonfiare un palloncino mettendo bicarbonato e aceto, quello da insalata ora non ricordo il nome scientifico..(.da filosofa e psicologa per formazione sono una frana in chimica.)..L'effetto è magico..il palloncino per reazione si gonfia da solo perchè si produce anidride carbonica. Nel maneggiare giocando la bottiglietta mi è andato un goccio del composto fuoriuscito a spruzzo, quindi anche con presenza di anidride carbonica, nell'occhio. Subito dopo ho iniziato a vedere lampi, scintille e tutto un delirio di movimenti di contrazione dove i miei tanti floaters precedenti ,che già avevo, si sono come attratti in una calamita centrale che ha formato l'anello. Mi hanno diagnosticato un'ora dopo una forte contrazione del vitreo che ha portato al distacco posteriore e una visione che come tu ben sai è davvero insopportabile. Tutti gli oculisti consultati ,quando ho esposto sto fatto si sono sempre fatti una risatina dicendo che non centra nulla, che fatalità doveva accadere in quel momento si vede, quindi la concomitanza è stata solo una coincidenza...da chimico che sei per te è così improbabile la concausa delle sostanze chimiche citate ?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
stella



Registrato: 19/10/10 17:15
Messaggi: 14

MessaggioInviato: Gio 07 Apr, 2011 0:23    Oggetto: Rispondi citando

liviasophie ha scritto:
Quando mi è accaduto io invece stavo facendo un esperimento con dei bambini delle elementari su come gonfiare un palloncino mettendo bicarbonato e aceto, quello da insalata ora non ricordo il nome scientifico..(.da filosofa e psicologa per formazione sono una frana in chimica.)..L'effetto è magico..il palloncino per reazione si gonfia da solo perchè si produce anidride carbonica. Nel maneggiare giocando la bottiglietta mi è andato un goccio del composto fuoriuscito a spruzzo, quindi anche con presenza di anidride carbonica, nell'occhio. Subito dopo ho iniziato a vedere lampi, scintille e tutto un delirio di movimenti di contrazione dove i miei tanti floaters precedenti ,che già avevo, si sono come attratti in una calamita centrale che ha formato l'anello. Mi hanno diagnosticato un'ora dopo una forte contrazione del vitreo che ha portato al distacco posteriore e una visione che come tu ben sai è davvero insopportabile. Tutti gli oculisti consultati ,quando ho esposto sto fatto si sono sempre fatti una risatina dicendo che non centra nulla, che fatalità doveva accadere in quel momento si vede, quindi la concomitanza è stata solo una coincidenza...da chimico che sei per te è così improbabile la concausa delle sostanze chimiche citate ?


È poco probabile siano stati i componenti chimici contenuti nella goccia che ti abbiano creato quel danno. Le concentrazioni di tali sostanze nella goccia sono davvero irrisorie! Peraltro è possibile che lo stress abbia giocato un ruolo non indifferente nell’accaduto.

Infatti l’aceto è una miscela di vari componenti, e a reagire con il bicarbonato è praticamente solo l’acido acetico contenuto in essa. L'aceto contiene 60-80 g/L di acido acetico, 80% di acqua, piccole quantità di sali minerali (ferro, rame, calcio, zinco, piombo) e piccole quantità di un gran numero di composti organici (amminoacidi, acidi organici, alcoli, vitamine, coloranti, tannini, eteri, esteri ed acetali). La reazione tra bicarbonato di sodio (NaHCO3) e acido acetico (CH3COOH) porta alla formazione di acetato di sodio (CH3COONa), acqua e anidride carbonica:

NaHCO3 + CH3COOH → CH3COONa + H2O + CO2(g)

Se la reazione è completa, il contenuto di acetato di sodio in una goccia (0,1mL) è di circa 8,75mg, cioè irrisoria, come pure superflua risulta la concentrazione delle altre sostanze non reagite. Però se la reazione è incompleta, nella miscela di reazione rimane ancora dell’acido acetico irritante per gli occhi, oltre alla piccolissima quantità di metanolo non reagito anch’esso irritante. L’anidride carbonica (gas) non ha alcun effetto sull’occhio, perché se così non fosse anche l’aria atmosferica (l’aria secca contiene circa lo 0,035% in volume di CO2), che lambisce perennemente l’occhio, dovrebbe averlo.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Giorgio
Amministratore


Registrato: 11/08/05 08:09
Messaggi: 2074

MessaggioInviato: Gio 07 Apr, 2011 17:35    Oggetto: Rispondi citando

Concordo: se il composto fosse stato chimicamente aggressivo gli effetti si sarebbero visti prima sulla congiuntiva o sulla cornea e poi, eventuamente, all'interno.
Io penserei invece ha quello che hai fatto nel momento che il tutto è accaduto, soprattutto se ti sei spaventata: hai sfregato l'occhio, lo hai inavvertitamente colpito per proteggerti? Ecc., ecc...

Giorgio
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
martik



Registrato: 11/01/12 13:33
Messaggi: 12

MessaggioInviato: Mer 11 Gen, 2012 13:38    Oggetto: Re: Come vedere i propri floaters Rispondi citando

stella ha scritto:
È da anni che ho i floaters. Per caso ho scoperto che le proprie mosche possono essere osservate nitidamente e macroscopicamente (come se per diffrazione fossero proiettate su uno schermo) senza l’ausilio di strumentazione elettronica. Così, al di là da fattori psicologici, si potrà osservare nel tempo se vi sono state variazioni nel vitreo.

Ecco come:

1) si prende un cartoncino rettangolare da 5cm x 3cm (di più è superfluo) e spessore 1mm circa.
2) Sul cartoncino, con un ago grosso, si praticano dei fori (diametro di 0,5mm o un po’ meno) distanti 5mm tra di loro. Il numero di fori deve essere almeno 7x10:



3) Si prende un foglio di carta bianca (un foglio di carta A4 piegato in due) e si fa riflettere su di esso la lampada (possibilmente intensa) di un abajour qualsiasi.
4) Si mette il cartoncino precedente davanti all’occhio con mosche volanti e si guarda attraverso i fori (anche attraverso uno solo) in direzione della luce riflessa sul foglio di carta bianca. Per chi è miope meglio non usare occhiali o lac (fare comunque delle prove).
5) Se i fori sono stati praticati a dovere (fare delle prove di messa a fuoco), incredibilmente vedremo davanti la situazione del nostro vitreo riprodotto macroscopicamente.

Non è uno scherzo, provare per credere!


chi ti ha detto sto metodo?????
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Vassago



Registrato: 02/01/12 13:29
Messaggi: 31

MessaggioInviato: Gio 12 Gen, 2012 12:16    Oggetto: Rispondi citando

a me e' capitato di usare precedentemente al distacco di retina un prodotto per il trattamento di una blefarite che andava spruzzato sulle palpebre e che mi arrecava ogni volta un gran bruciore.
Ritengo anche questa una semplice coincidenza in quanto il prodotto l'ho appilicato su entrambi gli occhi, ma soprattutto a sinistra mentre il distacco e' stato a destra. Inoltre, come giustamente osservato, prima di arrivare al vitreo qualche effetto si doveva riscontrare sulla palpebra, sula cornea, sul cristallino, sull'umore acque e solo dopo nella camera posteriore dove e' presente il vitreo.
La non facile accessibilita' del corpo vitreo a qualcosa dovra' pur servire...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Accorgimenti, trucchi e consigli Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group