Indice del forum Miodesopsie.it
Il portale sulle miodesopsie
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista degli utentiLista degli utenti   Gruppi utentiGruppi utenti   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

nuove frontiere
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Vitrectomia
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
robemuna



Registrato: 06/04/10 14:41
Messaggi: 2402

MessaggioInviato: Gio 30 Mag, 2013 13:01    Oggetto: Rispondi citando

quel che è da rilevare è che sfornano novità ogni anno in questo settore..la corsa competitiva tra le aziende ed il mercato floridissimo (cataratta = intervento in assoluto più eseguito al mondo) accelereranno il progresso tecnologico e tra pochi, davvero pochi anni, per me tutte le s...mentali che ci stiamo facendo saranno un brutto ricordo..anzi finirà che ci augureremo di avere una cataratta che dopo ci vedremo meglio di prima.

idem se volete farvi un idea di come avanzano i progressi nella vitrectomia..ecco un interessantissimo articolo che ripercorre la storia della tecnica e fa capire verso che direzioni si vuole andare
http://www.occhioallaretina.it/public/pdf/3080.pdf
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ale80



Registrato: 10/05/13 20:27
Messaggi: 414

MessaggioInviato: Gio 30 Mag, 2013 13:56    Oggetto: Rispondi citando

E' vero, ci sono progressi continui, anche se in generale in tutte le branchie della medicina l'artificiale è ancora molto lontano dal naturale.
Poi è vero che molte iol impiegano anni per arrivare sul mercato. Per me servirà un po' più di tempo, è solo da qualceh anno che si è iniziato a superare la monofocalità. Le aziende investono parecchio adesso ma di risultati ancora non se ne vedono. Fra 3-4 anni probabilmente quando usciranno Nulens, Elenza e altre sarà più semplice capire a che punto si è.

Per la vitrectomia sarebbe interessante sapere qualcosa di più sulle ricerche e sugli indirizzi. Sul 27g il giudizio di Bamonte era molto negativo. I migliori chirurghi pare restino sul 25 o addirittura sul 23. Soprattutto a me interesserebbe un sacco sapere qualcosa di più sui materiali sostitutivi del vitreo. Lovisolo mi aveva detto che questo - la mancanza di un buon sostituto - era uno dei piàù gravi limiti della tecnica, sempre in riferimento alla cataratta.

Patelli ha una faccia simpatica...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Rock



Registrato: 06/04/13 20:57
Messaggi: 156

MessaggioInviato: Gio 30 Mag, 2013 14:50    Oggetto: Rispondi citando

isomma, tutti queti problemi per la cataratta. Proprio poco fa ho chiesto ad un 60 enne operato circa 5 anni fa di cataratta come ci vede, la risposta è stata BENISSIMO, quindi l'operazione di cataratta consente al paziente di vivere una vita assolutamente normale, certo che poi se uno è iperesigente e pretende una vista 10/10 senza nessun difetto e senza assolutamente occhiali, allora la cosa si complica, ma è come il discorso delle miodesopsie, ci sono alcuni che vivono benissimo con un certo numero di floaters, altri invece impazziscono pur avendone pochissimi, insomma , tutto dipende dalla sensibilità soggettiva. Certo è che s uno ha i floaters, facendo l'intervento se ne libera e la vista è più chiara di prima, pero' se poi viene la catarattaaquel punto dipende da come uno la prende cioe' da come uno prende il fatto di doversi mettere gli occhiali per leggere o anche per lattre attività, in quanto dopo l'intervento di cataratta è quello il maggior problema, dover usare gli occhiali, come del resto fanno milioni di persone nel mondo, anche molto giovani.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
MJ



Registrato: 24/02/12 21:36
Messaggi: 150

MessaggioInviato: Ven 31 Mag, 2013 6:13    Oggetto: Rispondi citando

Beh, però hai chiesto ad un 60enne. Se io facessi ora la vitreo potrei trovarmi con una cataratta a 40 anni. Le esigenze sono diverse. Mia madre ad esempio ha una marea di floaters, forse dieci volte più di me, ma ha 70 anni, sta sempre a casa e non gliene frega un piffero. Se avesse pure un deficit visivo di qualche decimo manco se ne accorgerebbe. A 40 anni c'è una bella differenza. Resta un problema a mio avviso non insormontabile, questo della cataratta. Se hai una marea di floaters, li puoi scambiare anche con 3 paia di occhiali. Io non ne ho tantissimi quindi per me il gioco, per ora, mi sembra non valga la candela.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ale80



Registrato: 10/05/13 20:27
Messaggi: 414

MessaggioInviato: Ven 31 Mag, 2013 6:59    Oggetto: Rispondi citando

Lo stesso vale per me. Visus, saturazione dei colori, etc. sono tutte cose che mi interessano poco. Vedere 9 decimi mi sta anche bene. Ma non riuscire a mettere a fuoco a 15 cm... Poi, certo, diventerò presbite, ma succederà forse dopo i 45 anni, magari dopo 50, magari ancora più tardi.

E questa storia della profondità di campo io devo farmela spiegare assolutamente da un oculista competente. Insomma, ora sto guardando il monitor per scrivere: se anche solo metto una mano davanti allo schermo, a 5 cm, non è già a fuoco. Se metto a fuoco la mano non lo è più lo schermo. Si vede che la profondità è quasi zero e che il cristallino deve cambiare forma - e potenza - per mettere a fuoco. Auch, che casino!

Poi c'è sempre il vecchio adagio: chi lascia il vecchio per il nuovo... Insomma, se fosse un'operazione che garantisce risultati precisi allora è un conto. Ma si è visto che è un po' un terno al lotto.

Ma tu Rock hai già trovato un chirurgo disposto ad operarti?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Rock



Registrato: 06/04/13 20:57
Messaggi: 156

MessaggioInviato: Ven 31 Mag, 2013 11:42    Oggetto: Rispondi citando

la risposta se fare o meno la vitrectomia per soli floaters la puo' dare una sola persona.il paziente stesso. Il medico DEVE e puo' solo descrivere minuziosamente l'intervento, le possibili complicanze e come sarà la vita dopo l'operazione ma poi sarà il paziente a decidere .Quindi una vitrectomia va fatta solo in due casi : o perchè le miodesopsie sono così invalidanti da non consentire la visione, oppure sono così fastidiose da rendere la vita impossibile al paziente. dalle vostre risposte mi sembra di capir che per voi i floaters sono un semplice disturbo e non un macigno insopportabile, allora la vitrectomia non è assolutamente consigliata ,cercate di convivere al meglio col problema ed aspettate che tra 10 magari 20 anni ci sia un'evoluzione e quindi si realizzi una cura efficace e priva di rischi .
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
MJ



Registrato: 24/02/12 21:36
Messaggi: 150

MessaggioInviato: Ven 31 Mag, 2013 11:57    Oggetto: Rispondi citando

Nel mio caso il disturbo non è invalidante ma è una rottura di palle incredibile. La vitrectomia non fa assolutamente al mio caso, almeno per ora. Se avessi 50 anni ci penserei seriamente. Tra 10 anni comunque, io ne avrò 46, la medicina avrà fatto qualche progresso e quindi diciamo che se ne potrà riparlare... Ad oggi, la mia intenzione sarebbe quella di provare il laser, puntando a rimuovere solo i floaters decisamente più fastidiosi.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
robemuna



Registrato: 06/04/10 14:41
Messaggi: 2402

MessaggioInviato: Ven 31 Mag, 2013 12:39    Oggetto: Rispondi citando

Rock ha scritto:
come sarà la vita dopo l'operazione .

sarà di gran lunga meglio perché un occhio vitrectomizzato (con successo)non è assolutamente un occhio più debole, anzi la retina respira meglio e non è sottoposta agli attentati a cui il vitreo, contraendosi sempre più con l'età, la sottopone.
In quanto alla cataratta ormai non voglio più prendere in esame la questione: mi sembra di capire che molti di voi la viviate molto male quando un sacco di gente operatasi (si parla di milioni di perosne l'anno nel mondo) ci vede benissimo dopo. Non so se è un pretesto che si da a se stessi per scappare da un intervento che si considera comunque pericoloso o se una infondata convinzione che induca pesante menomazione. Sempre ammesso (e non concesso) che insorga.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ale80



Registrato: 10/05/13 20:27
Messaggi: 414

MessaggioInviato: Ven 31 Mag, 2013 12:59    Oggetto: Rispondi citando

Ma no, nessuna demonizzazione. Solo che ognuno è spaventato da cose diverse. A me ad esempio il rischio retina non fa ne caldo ne freddo. C'è, può andare bene oppure no. La cataratta invece ammetto mi preoccupa. Non produce nessuna menomazione, lo so benissimo. E' solo non sapere come ci si vede dopo che mi lascia perplesso. E solo per la profondità di campo. Potessi provare prima dell'intervento.... eh eh.

In ogni caso la mia situazione non penso sia tale da rendere vantaggioso il cambio. Io non riesco a convivere con un paio delle mie miodesopsie (rispetto al lavoro privilegiato che, almeno fino a fine anno, faccio; non sono spesso in ambienti illuminati, anzi, tutto l'opposto! invece ho lavorato 3 mesi in un ufficio, normalissimo, tre anni fa e stavo impazzendo! in quel caso sarebbe ben diverso!). Ma ha senso togliere un vitreo in buono stato per liberarsi della poltiglia davanti alla retina? Non credo dia molto meno fastidio di floaters piu grossi ma più spostati verso la lente. Ma resta il fatto che il vitreo in sé e per sé pur con molti filamentini non è così malconcio.

Se andassi da Bamonte mi sa che mi prenderebbe per matto...Smile. Ma forse varrebbe la pena andare comunque a sentire un po', oppure da Orione.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
robemuna



Registrato: 06/04/10 14:41
Messaggi: 2402

MessaggioInviato: Ven 31 Mag, 2013 13:07    Oggetto: Rispondi citando

ma se sono solo un paio quelle fastidiose allora una valutazione da Orione va fatta senzaltro prima di parlare di altro. ;Magari con pochi spot te la cavi (e con 2000 euro in meno nel conto in banca, ma tutto sommato potrebbe valerne la pena)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ale80



Registrato: 10/05/13 20:27
Messaggi: 414

MessaggioInviato: Ven 31 Mag, 2013 13:17    Oggetto: Rispondi citando

Pagarei anche mille euro a mosca per liberarmene...

Sul laser sono poco fiducioso, vista la giovane età della comparsa dei sintomi (25 anni). Johnson nel suo sito sostiene che meno del 5% è trattabile sotto i 30 anni. Geller parla di floaters di 0.1 mm... E dai video che ho visto su internet sull'utilizzo del laser i floater sembravano belli grossi! I miei sembrano molto più piccoli.

Comunque, penso che a fine anno, dopo aver finito il dottorato, ci andrò. Anche solo per avere un quadro di cosa possa o non possa fare con questa vista...

Posto questo: http://www.healio.com/ophthalmology/retina-vitreous/news/print/ocular-surgery-news/%7BE3262A47-4D0D-4231-8613-6D225AB1C4BC%7D/YAG-laser-offers-safe-option-for-floaters
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
MJ



Registrato: 24/02/12 21:36
Messaggi: 150

MessaggioInviato: Ven 31 Mag, 2013 13:19    Oggetto: Rispondi citando

A me invece è il rischio distacco di retina quello che terrorizza di più. La cataratta sinceramente non mi preoccupa più di tanto. Io ho una bella miopia da -5,5 e alla fine, se non ho capito male, rischio anche di guadagnarci. Il mio timore è che le basse percentuali di distacco di retina rilevate siano viziate dal fatto che l'età media dei pazienti sia in realtà ben più alta della mia.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
robemuna



Registrato: 06/04/10 14:41
Messaggi: 2402

MessaggioInviato: Ven 31 Mag, 2013 13:35    Oggetto: Rispondi citando

MJ ha scritto:
A me invece è il rischio distacco di retina quello che terrorizza di più. La cataratta sinceramente non mi preoccupa più di tanto. Io ho una bella miopia da -5,5 e alla fine, se non ho capito male, rischio anche di guadagnarci. Il mio timore è che le basse percentuali di distacco di retina rilevate siano viziate dal fatto che l'età media dei pazienti sia in realtà ben più alta della mia.


Lo sai perché un occhio tanto più è miope tanto più rischia nella sua vita un distacco di retina?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ale80



Registrato: 10/05/13 20:27
Messaggi: 414

MessaggioInviato: Ven 31 Mag, 2013 13:48    Oggetto: Rispondi citando

No, perché?

Io ho 8.25 di miopia.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
robemuna



Registrato: 06/04/10 14:41
Messaggi: 2402

MessaggioInviato: Ven 31 Mag, 2013 14:18    Oggetto: Rispondi citando

L’occhio miope è più lungo . ogni 3 diottrie 1 mm, quindi tutti i tessuti sono sottoposti ad uno stress anatomico e circolatorio: ciò rende frequenti le lesioni a livello della periferia retinica che, in ultima analisi, può assottigliarsi a tal punto da andare incontro a lacerazioni.
Si dice (non so quanto provato scientificamente ma circola questa voce tra i medici) che chiunque abbia almeno 10 diottri di miopia è praticamente certo che nella sua vita avrà prima o poi un distacco.
adesso uno degli organi che maggiormente stressa la retina proprio a causa di questo allungamento del bulbo oculare trazionandoal immagino non debba dirvi io qual'è.
Siamo quindi cosi certi che un miope vitrectomizzato debba preoccuparsi di avere un distacco retina posteriore all'intervento causato dalla vitrectomia, o piuttosto non debba pensare che grazie all'assenza del vitreo la sua probabilità di NON avere un distacco nella sua vita possa aumentare?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Vitrectomia Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
Pagina 6 di 8

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group