Indice del forum Miodesopsie.it
Il portale sulle miodesopsie
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista degli utentiLista degli utenti   Gruppi utentiGruppi utenti   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

Cataratta dopo vitrectomia
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Vitrectomia
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
ale80



Registrato: 10/05/13 20:27
Messaggi: 414

MessaggioInviato: Gio 05 Dic, 2013 9:38    Oggetto: Rispondi citando

Questo il link:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2908998/

Le accomodative si presume sfruttino anche cambiamenti di pressione all'interno della camera vitreale. Poi che lo faccia anche il cristallino è un altro paio di maniche ovviamente. In ogni caso, togliere il vitreo significa anche rinunciare a molte di queste nuove iol, che oggi non funzioneranno ancora bene - su questo però non sono del tutto d'accordo, vedi ad es. Synchrony: 3.5-4D di accomodazione, al punto che chi la sta usando dice che al massimo, ogni tanto, mette occhiali da vicino da 0.5D, praticamente antifatica - ma certo sono il futuro (elenza esclusa, ma quella non è una accomodativa, è una bifocale vicino-lontano)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2797

MessaggioInviato: Gio 05 Dic, 2013 11:35    Oggetto: Rispondi citando

ale80 ha scritto:
Questo il link:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2908998/

Grazie Ale.

Citazione:
Le accomodative si presume sfruttino anche cambiamenti di pressione all'interno della camera vitreale. Poi che lo faccia anche il cristallino è un altro paio di maniche ovviamente.

Quindi anche secondo loro il vitreo non avrebbe un ruolo nei confronti dell'accomodazione con il cristallino naturale?

Citazione:
su questo però non sono del tutto d'accordo, vedi ad es. Synchrony: 3.5-4D di accomodazione, al punto che chi la sta usando dice che al massimo, ogni tanto, mette occhiali da vicino da 0.5D

Il vero problema di queste IOL non è (solitamente) la quantità di visus, ma la qualità (HOA indotte).

PS: Recentemente ho letto di problematiche indotte nel tempo dalla capsula naturale (cataratta secondaria) che oltre al classico ingiallimento, si restringerebbe causando lo "strozzamento" della IOL stessa, che come ben sai deve essere in posizione perfetta per funzionare, soprattutto quando non monofocale. Con il laser per la cataratta secondaria si "risolve" l'ingiallimento, ma non il restringimento purtroppo, dunque il risultato sarebbe un ulteriore intervento con rimozione del tutto.
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ale80



Registrato: 10/05/13 20:27
Messaggi: 414

MessaggioInviato: Gio 05 Dic, 2013 12:42    Oggetto: Rispondi citando

Su Synchrony la sperimentazione universitaria la stanno facendo anche a Torino. Avevo letto qualcosa mesi fa. Ora non ricordo bene ma il chirurgo aveva impiantato alcune decine di iol, tutte con buoni risultati e senza particolari aberrazioni. Insomma, funzionava, almeno nei termini di un riscontro di alcuni mesi, forse un paio di anni al massimo.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2797

MessaggioInviato: Gio 05 Dic, 2013 12:44    Oggetto: Rispondi citando

Bisognerebbe capire l'evolversi in un periodo più lungo, siccome non necessariamente la capsula degenera nel breve periodo (soprattutto nei giovani), comunque speriamo bene.
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
incursore61



Registrato: 20/06/13 16:31
Messaggi: 36

MessaggioInviato: Sab 07 Dic, 2013 18:43    Oggetto: Rispondi citando

theinvoker ha scritto:
Driver ha scritto:
theinvoker ha scritto:
Certo ma io pensavo,forse perchè ho letto,che arriva dopo diversi anni!

Dipende sempre da caso a caso, ma in linea generale è nei giovani che tende a tardare diversi anni.

PS: Anche l'elemento tamponante (olio di silicone in questo caso) potrebbe avere un proprio ruolo secondo me, ma qui di motivi ce n'erano già a sufficienza a prescindere da questo.


Infatti spero proprio che fosse per la sua situazione già complicata

Comunque mi piacerebbe avere sue notizie..chissà come sta ora.

Ciao !

Sto abbastanza bene ma non ci vedo dall occhio operato....vedo male e sfuocato..ora ho una visita di controllo, poi un altra tra un mesetto....sentitrò cosa mi diranno.... Razz
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
robemuna



Registrato: 06/04/10 14:41
Messaggi: 2401

MessaggioInviato: Ven 24 Gen, 2014 10:58    Oggetto: Rispondi citando

Sono intervenuto sulla pagina facebook del dr Pascotto dove si parlava di tutti i tipi possibili di lenti IOL. ecco la mai domanda :

"Ma con i monofocali il paziente alla fine riesce a cavarsela con un solo paio di occhiali? sia che scelga di vedere bene da lontano o da vicino per le distanze intermedie necessita di un altro paio di occhiali ancora?"

risposta :

Pascotto - Oculistica e Chirurgia Oculare Sì, Roberto, in genere il paziente riesce a cavarsela molto bene con un solo paio d'occhiali, specie dopo che ha eseguito l'intervento in entrambi gli occhi, a meno che questi non sia anche astigmatico, nel qual caso il risultato si ottiene solo con un impianto di lenti "toriche".

faccio notare che toriche non vuol dire multifocali. Sempre monofocali sono. recentissimamente la mamma di una mia amica svizzera si è operata in entrambi gli occhi, ha messo delle BItoriche (sempre monofocali però..si chiamano cosi perché è un tipo di tecnologia per la correzione dell'astigmatismo) e conferma che co vede benissimo da lontano e nell'intermedio e usa solo gli occhiali (da 20 euro) per il vicino (leggere un libro).
Non riferisce di nessun alone o aberrazione di alcun tipo di ordine superiore. Insomma è contenta.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ale80



Registrato: 10/05/13 20:27
Messaggi: 414

MessaggioInviato: Ven 24 Gen, 2014 14:44    Oggetto: Rispondi citando

Il problema è che vicino-intermedio-lontano non significano granché, soprattutto se il medico prende come paziente generale un sessantenne o più vecchio.

Quanto è vicino? 20 cm? 30 cm? 40? e intermedio? boh! Ora sto leggendo e scrivendo al computer. Scrivania alta, libro alto, braccia verso la tastiera: il foglio di lettura, coi floater, è a poco più di 20 cm. Riuscirei a vederlo? Non credo che l'oculista sappia rispondere. E l'immagine dev'essere a fuoco, almeno per chi passa 8-10 ore in situazioni simili.

Insomma, cavarsela molto bene significa che puoi accettare un'immagine magari poco a fuoco nell'intermedio o che magari puoi avvicinare l'oggetto da mettere a fuoco o roba simile. Altra cosa è avere una lettura vicino-intermedio a fuoco.

L'ottico a me ha escluso di potere vedere a fuoco a 20 cm e 1 m con una sola lente (o senza). Boh! Certo se si trattasse solo di rinunciare alla vista da lontano, chi se ne frega! A me non serve a niente...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
robemuna



Registrato: 06/04/10 14:41
Messaggi: 2401

MessaggioInviato: Ven 24 Gen, 2014 14:54    Oggetto: Rispondi citando

io penso che se un oculista che fa almeno 400 cataratte l'anno afferma che quasi tutti i pazienti se la cavano benissimo con un solo paio di occhiali vuol dire che è cosi.
Oltretutto ci sono testimonianze dirette (anche i miei genitori oltre questa signora usano un solo paio di occhiali).
Per me cavarsela vuol dire vivere senza un disagio o un handicap.

Poi per i perfezionisti è un'altra storia. quelli esistono dappertutto e per definizione non sono mai contenti.
Quel che a me interessa è che quasi nessuno si lamenta di vivere male...come invece facciamo noi moschizzati.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2797

MessaggioInviato: Ven 24 Gen, 2014 16:57    Oggetto: Rispondi citando

robemuna ha scritto:
Sono intervenuto sulla pagina facebook del dr Pascotto

Grazie per averlo riportato qui sul forum Wink
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ale80



Registrato: 10/05/13 20:27
Messaggi: 414

MessaggioInviato: Sab 25 Gen, 2014 9:07    Oggetto: Rispondi citando

robemuna ha scritto:
io penso che se un oculista che fa almeno 400 cataratte l'anno afferma che quasi tutti i pazienti se la cavano benissimo con un solo paio di occhiali vuol dire che è cosi.
Oltretutto ci sono testimonianze dirette (anche i miei genitori oltre questa signora usano un solo paio di occhiali).
Per me cavarsela vuol dire vivere senza un disagio o un handicap.

Poi per i perfezionisti è un'altra storia. quelli esistono dappertutto e per definizione non sono mai contenti.
Quel che a me interessa è che quasi nessuno si lamenta di vivere male...come invece facciamo noi moschizzati.


A me basterebbe che l'oculista mi assicurasse una certa profondità di campo, ovviamente grossomodo. Cavarsela benissimo a settant'anni vuol dire una certa cosa, mentre se leggi e scrivi tutto il giorno devi avere la lettura a fuoco sia nel vicino che nell'intermedio, altrimenti dopo un po' non ce la fai più. Non è tanto una questione di perfezione - la vista nel lungo, ad esempio, non serve a niente secondo me e con 8-9D di miopia la perfezione l'ho persa da un pezzo - ma di esigenze diverse. Uno potrebbe trovarsi a risolvere un handicap per averne poi un altro (e non per la mancanza della vista a fuoco ma perché magari mette a fuoco o vicino o intermedio o a metà strada). Spesso ho come l'impressione che gli oculisti ti diano la risposta preconfezionata che danno a tutti (cioè ai settantenni).
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Giorgio
Amministratore


Registrato: 11/08/05 08:09
Messaggi: 2138

MessaggioInviato: Sab 25 Gen, 2014 10:18    Oggetto: Rispondi citando

Ale,
credo che di risposte in materia te ne siano state date a sufficienza (e non da settantenni).
La certezza che tu vada a farti operare di appendicite e non ci resti sotto i ferri non te la potrà dare nessuno, così la certezza che la cataratta non ti dia problemi in futuro.
Quello che devi cercare sono le statistiche positive, non le certezze.
Poi la paura non te la toglierà mai nessuno, neanche l'oculista più bravo del mondo.

Giorgio
P.S. Ho fatto la caratta 5 anni fa, lavoro 10 ore al giorno al computer e il resto del tempo lo passo guidando la macchina. Ogni tanto vado anche a dormire...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
ale80



Registrato: 10/05/13 20:27
Messaggi: 414

MessaggioInviato: Dom 26 Gen, 2014 9:50    Oggetto: Rispondi citando

Si lo so, non è la paura dell'intervento in sé, ma la preoccupazione di perdere una buona vista per lavorare.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
robemuna



Registrato: 06/04/10 14:41
Messaggi: 2401

MessaggioInviato: Gio 13 Feb, 2014 14:23    Oggetto: Rispondi citando

ho trovato questo articolo che, seppur vecchio (2005) pone in nuova luce l'intervento per cataratta. Le considerazioni da fare sarebbero due:
1) l'articolo accerta un rischio quintuplicato di maculopatia ed AMD.
2) non sono chiari i motivi. Forse per maggior esposizione alla luce.

Sarebbe interessante capire meglio. Se fosse l'esposizione alla luce i moderni cristallini artificiali ormai proteggono da essa. Ma se fossero altre le cause forse si può capire perché esiste una rara corrente di oculisti che tende a ritardare l'intervento.

In tale ottica la fov, che si sa aiuta ad ossigenare la macula, e quindi a combattere la maculopatia, potrebbe essere davvero d'aiuto per chi è gia operato di cataratta, mentre ovviamente se ne fosse la causa sarebbe un elemento negativo.

http://www.retina.ch/files/retina-journal/html/2005/rsj2005-01-i-5.htm
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Giorgio
Amministratore


Registrato: 11/08/05 08:09
Messaggi: 2138

MessaggioInviato: Gio 13 Feb, 2014 15:19    Oggetto: Rispondi citando

A parte l'anzianità della ricerca, direi che lo studio fa un po' acqua perchè non specifica correla minimamente i risultati con la ragione primaria per cui è insorta la cataratta!
Mi spiego con un esempio: la cataratta può venire perchè ho fatto la FOV o perchè il mio "occhio" nel complesso invecchia.
Se non distinguo l'analisi sui due campioni mi può risultare che in generale chi ha subito la cataratta ha gli occhi "complessivamente" più invecchiati a causa dell'intervento, mentre potrebbe benissimo essere che la maggior parte ha subito l'intervento perchè aveva l'occhio "invecchiato".
E come se dicessi che chi si fa operare al polmone ha più probabilità di morire perchè si è fatto operare e non perchè aveva una malattia precedente....

Giorgio
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
robemuna



Registrato: 06/04/10 14:41
Messaggi: 2401

MessaggioInviato: Gio 13 Feb, 2014 15:35    Oggetto: Rispondi citando

Infatti come dicevo la ricerca è vecchia ma questo è un abstract e sotto ci sono i riferimenti dello studio. Penso che i ricercatori australiani e statunitensi che ai tempi giunsero a questa conclusione fossero ben capaci di condurre una ricerca su campioni "omogenei" in modo tale da poter stabilire se la correlazione è reale o no.
Quello che sembra che abbiano stabilito è che non c'era casualità ma una vera correlazione..quel che non hanno capito (almeno ai tempi) sono le cause vere. Qui solo ipotesi.

Comunque ho scritto a Pascotto per avere un suo parere su questo studio..poi magari scrivo anche a Bamonte, vediamo cosa mi dicono.
Ci aggiorniamo.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Vitrectomia Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
Pagina 3 di 6

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group