Indice del forum Miodesopsie.it
Il portale sulle miodesopsie
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista degli utentiLista degli utenti   Gruppi utentiGruppi utenti   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

Dott. Patelli
Vai a pagina Precedente  1, 2
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Medici oculisti in Italia
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
theinvoker



Registrato: 19/06/13 15:28
Messaggi: 249

MessaggioInviato: Mar 07 Gen, 2014 21:58    Oggetto: Rispondi citando

Allora,oggi ho fatto la visita da lui....diciamo che non era una visita basata sul controllo miodesopsie e basta;di quello abbiamo parlato,ma diciamo che ci siamo soffermati di più sulle altre aberrazioni,di cui si occupa il suo collega.
Con questo ragazzo ho fatto finalmente sta benedetta topografia corneale (82€) e dice che in effetti c'è qualcosa che non va...qualcosa che possa portare a vedere le cose "allungate". Speravo di sentire i termini ghosting e starbursting ma niente.Sono termini tecnici?
Comunque per ora mi hanno detto di mettere gli occhiali e vedere se il fenomeno diminuisce in 4-5 mesi. Se è così allora si potrà parlare di chirurgia per correggere il problema (non so nemmeno se al 100%....mi basterebbe anche un 70% soprattutto per lo starbursting...il ghosting e l'halos vabbe..ci faccio il callo ormai)

Per quanto riguarda i floaters gli ho detto che sapevo che lui il laser non lo considera una valida soluzione e anche che sapevo che lui prima di operare vuole conoscere il paziente bene. Però non mi è sembrato contrario a farmela,nonostante io non sia certo uno con una situazione così grave. Mi ha già detto che ha operato altre persone come me. Inoltre è molto fiducioso per la nuova tecnica a 27g,tecnica che secondo lui ridurrà di molto i rischi di cataratta e distacco retina (a dir la verità pensavo che i rischi per la seconda cosa fossero già minimi)
Comunque per questa nuova tecnica mi ha detto di aspettare quando si sarà già affermata,ovvero dopo l'estate.
Per il momento insomma solo occhiali e vediamo se con le luci migliora qualcosa.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ale80



Registrato: 10/05/13 20:27
Messaggi: 414

MessaggioInviato: Mer 08 Gen, 2014 7:48    Oggetto: Rispondi citando

Non ti ha spiegato come mai con il 27g è convinto che i rischi cataratta si ridurranno? Lui usa già questa tecnica?

Per guardarti l'occhio ha usato la lente di goldmann (a cono, a pressione sull'occhio)?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
theinvoker



Registrato: 19/06/13 15:28
Messaggi: 249

MessaggioInviato: Mer 08 Gen, 2014 10:41    Oggetto: Rispondi citando

ale80 ha scritto:
Non ti ha spiegato come mai con il 27g è convinto che i rischi cataratta si ridurranno? Lui usa già questa tecnica?

Per guardarti l'occhio ha usato la lente di goldmann (a cono, a pressione sull'occhio)?


Da quello che ho capito o ha appena iniziato oppure sta per iniziare. Non abbiamo approfondito visto che abbiamo deciso di affrontare prima l'altro problema.

Si mi ha messo dentro l'occhio una lente. Non ho notato se fosse conica.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2797

MessaggioInviato: Mer 08 Gen, 2014 10:42    Oggetto: Rispondi citando

theinvoker ha scritto:
Speravo di sentire i termini ghosting e starbursting ma niente.Sono termini tecnici?

Propriamente non lo sono. Sono utilizzati, soprattutto se non esclusivamente fuori dai nostri confini, per dare un'idea più immediata a chiunque.

Citazione:
Comunque per ora mi hanno detto di mettere gli occhiali e vedere se il fenomeno diminuisce in 4-5 mesi.

Ti hanno spiegato cosa pensano che sia coinvolto? Ovvero, perchè ritengono che siano necessari 4-5 mesi di attesa? Ritengono forse che si tratti di sintomi causati da uno sforzo accomodativo protratto nel tempo?

Citazione:
Se è così allora si potrà parlare di chirurgia per correggere il problema (non so nemmeno se al 100%....mi basterebbe anche un 70% soprattutto per lo starbursting...il ghosting e l'halos vabbe..ci faccio il callo ormai)

Se vuoi posta qui la topografia.

PS: L'aberrometria l'hai fatta? Se si, la fanno in grado di valutare anche le HOA?

Citazione:
(a dir la verità pensavo che i rischi per la seconda cosa fossero già minimi)

Minimi... Rolling Eyes

Citazione:
Comunque per questa nuova tecnica mi ha detto di aspettare quando si sarà già affermata,ovvero dopo l'estate

La 27 G si affermerebbe tra 9 mesi...? Shocked Perchè?

ale80 ha scritto:
Non ti ha spiegato come mai con il 27g è convinto che i rischi cataratta si ridurranno?

Minor alterazione del microclima interno dell'occhio.
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
robemuna



Registrato: 06/04/10 14:41
Messaggi: 2401

MessaggioInviato: Mer 08 Gen, 2014 10:53    Oggetto: Rispondi citando

a me ha detto che non è la minor alterazione del microclima ma la maggior lentezza con cui viene insufflata la soluzione fisiologica che sostituisce il vitreo che crea quindi dei vortici dinamici minori e stressa meno il cristallino. Qualcosa di simile al microclima ma non la stessa cosa. Però non mi è sembrato neppure molto convinto di ciò..infatti usava il condizionale. La realtà è che i veri motivi per cui insorge la cataratta ancora non li ha ben certificati alcuno studio..quindi sono supposizioni.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ale80



Registrato: 10/05/13 20:27
Messaggi: 414

MessaggioInviato: Mer 08 Gen, 2014 10:57    Oggetto: Rispondi citando

Probabilmente vuole prima fare esperienza su soggetti meno problematici, meno giovani, con vitreo meno adeso.

Sul microclima interno io resto sempre scettico. Mi sembra più una spiegazione di comodo, perché una spiegazione non c'è. Alla fine la variazione del microclima durante l'intervento è un fatto transitorio, come può far sorgere la cataratta anni dopo? L'acqua che sostituisce il vitreo, invece, quella resta.

Questo è un punto importante. Se hai occasione di tornare da Patelli approfondiscilo. Siamo quasi tutti giovani qui e nessuno penso sia felice di dover fare anche la cataratta pochi anni dopo la vitreoc.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2797

MessaggioInviato: Mer 08 Gen, 2014 11:09    Oggetto: Rispondi citando

robemuna ha scritto:
a me ha detto che non è la minor alterazione del microclima ma la maggior lentezza con cui viene insufflata la soluzione fisiologica che sostituisce il vitreo che crea quindi dei vortici dinamici minori e stressa meno il cristallino. Qualcosa di simile al microclima ma non la stessa cosa.

Io invece volevo intendere proprio quello in merito all'alterazione del microclima.

Citazione:
La realtà è che i veri motivi per cui insorge la cataratta ancora non li ha ben certificati alcuno studio..quindi sono supposizioni.

Soprattutto l'ossidazione del cristallino causata dall'iperossigenazione di quest'ultimo a causa dell'assenza del vitreo, oltre che lo shock causato dall'alterazione del microclima interno.

ale80 ha scritto:
Alla fine la variazione del microclima durante l'intervento è un fatto transitorio, come può far sorgere la cataratta anni dopo?

Non è tutto automatico ed immediato in medicina. Diverse patologie in generale si possono manifestare a distanza di tempo da un determinato evento.

Citazione:
nessuno penso sia felice di dover fare anche la cataratta pochi anni dopo la vitreoc.

Allora non sono l'unico...? Very Happy
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
robemuna



Registrato: 06/04/10 14:41
Messaggi: 2401

MessaggioInviato: Mer 08 Gen, 2014 11:22    Oggetto: Rispondi citando

sebbene sia una questione di lana caprina in quanto non si conoscono le vere cause e quindi è anche abbastanza inutile stare a mettere i puntini sulle i, proprio perché il microclima è per definizione legato a parametri "atmosferici" (solo temperatura nel nostro caso, non vedo altre condizioni variabili) si tratta appunto di fenomeno transitorio.Io non ci credo molto perché l'occhio umano è pensato per stare anche a -30 gradi centigradi o anche a +50 gradi centigradi per lungo tempo...per conduzione e convenzione queste forti oscillazioni comportano già nel normale variazioni di temperatura interne non indifferenti. Una soluzione fisiologica che cambia il vitreo avrebbe un delta termico molto minore rispetto alla temperatura del vitreo stesso. Invece la dinamica dei fluidi interni è qualcosa di diverso legato a forze dinamiche (anche se concausa di variazioni climatiche) e a quel che ho capito io secondo Patelli sono queste sollecitazioni dinamiche che provocherebbero la cataratta. Quindi rallentando esse con un'insufflazione minore non cambierebbero i parametri climatici ma solo le forze in gioco.
Ma personalmente credo che stiamo a farci seghe mentali inutili..del resto anche lui era molto "sul condizionale"..solo il tempo e la casistica potrà dire se il 27 g fa sorgere meno cataratta del 25 g.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2797

MessaggioInviato: Mer 08 Gen, 2014 11:27    Oggetto: Rispondi citando

A me più di un chirurgo disse che sono entrambe le cause della cataratta post vitrectomia, inoltre per alterazione del microclima intendevano non solo la variazione di temperatura ma anche il la velocità di entrata del flusso (così mi fu risposto a domanda diretta).

Quello di cui sono comunque convinto a prescindere è che il 27 G un senso lo debba avere per forza.
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
robemuna



Registrato: 06/04/10 14:41
Messaggi: 2401

MessaggioInviato: Mer 08 Gen, 2014 11:37    Oggetto: Rispondi citando

certo che ha un senso. Minor invasività sutureless sempre al 100% mentre col 25 g a volte i punti te li devono dare, se temono che possa esserci una perdita di tono oculare. recupero quindi più veloce.
Però un anno fa bamonte mi disse che lui aveva provato ad operare col 27 g ma gli sembrava di usare degli stuzzicadenti, troppo flessibili non aveva un buon controllo. Per cui aveva deciso di restare sul 25 g.
Probabilmente patelli intende nuovi strumenti che avranno perfezionato ed eliminato i difetti del 27 g originario.
Bisogna stare attenti con le innovazioni..queste le portano spesso avanti sulla pelle dei pazienti...una mia amica ha parlato di recente con un grosso rappresentante di strumenti per oculistica e sul femtolaser per cataratta spacciato come ultimo grido solo per clienti facoltosi gliene ha raccontate di cotte e di crude...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2797

MessaggioInviato: Mer 08 Gen, 2014 11:37    Oggetto: Rispondi citando

ale80 ha scritto:
Per guardarti l'occhio ha usato la lente di goldmann (a cono, a pressione sull'occhio)?

Perchè questa domanda? Conosci qualcun altro che ha avuto problemi con questa?

robemuna ha scritto:
certo che ha un senso. Minor invasività sutureless sempre al 100% mentre col 25 g a volte i punti te li devono dare, se temono che possa esserci una perdita di tono oculare. recupero quindi più veloce.

Però in generale i punti con la 25G sono già abbastanza rari.

Citazione:
Però un anno fa bamonte mi disse che lui aveva provato ad operare col 27 g ma gli sembrava di usare degli stuzzicadenti, troppo flessibili non aveva un buon controllo. Per cui aveva deciso di restare sul 25 g.

Un chirurgo che conosco personalmente mi ha dato la medesima identica risposta ma riferendosi rispettivamente alla 25G ed alla 23G. Io ritengo che una volta abituati ad utilizzare una determinata tecnica non abbiano forse grande spinta a cambiarla.

Citazione:
Bisogna stare attenti con le innovazioni..queste le portano spesso avanti sulla pelle dei pazienti...

Sono d'accordo (vedi IOL multifocali).

Citazione:
una mia amica ha parlato di recente con un grosso rappresentante di strumenti per oculistica e sul femtolaser per cataratta spacciato come ultimo grido solo per clienti facoltosi gliene ha raccontate di cotte e di crude...

Non sarà per caso quello utilizzato per l'incisione corneale...?
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
theinvoker



Registrato: 19/06/13 15:28
Messaggi: 249

MessaggioInviato: Mer 08 Gen, 2014 18:30    Oggetto: Rispondi citando

Driver ha scritto:
theinvoker ha scritto:
Speravo di sentire i termini ghosting e starbursting ma niente.Sono termini tecnici?

Propriamente non lo sono. Sono utilizzati, soprattutto se non esclusivamente fuori dai nostri confini, per dare un'idea più immediata a chiunque.

Citazione:
Comunque per ora mi hanno detto di mettere gli occhiali e vedere se il fenomeno diminuisce in 4-5 mesi.

Ti hanno spiegato cosa pensano che sia coinvolto? Ovvero, perchè ritengono che siano necessari 4-5 mesi di attesa? Ritengono forse che si tratti di sintomi causati da uno sforzo accomodativo protratto nel tempo?

Citazione:
Se è così allora si potrà parlare di chirurgia per correggere il problema (non so nemmeno se al 100%....mi basterebbe anche un 70% soprattutto per lo starbursting...il ghosting e l'halos vabbe..ci faccio il callo ormai)

Se vuoi posta qui la topografia.

PS: L'aberrometria l'hai fatta? Se si, la fanno in grado di valutare anche le HOA?

Citazione:
(a dir la verità pensavo che i rischi per la seconda cosa fossero già minimi)

Minimi... Rolling Eyes

Citazione:
Comunque per questa nuova tecnica mi ha detto di aspettare quando si sarà già affermata,ovvero dopo l'estate

La 27 G si affermerebbe tra 9 mesi...? Shocked Perchè?


Ho solo riportato quello che mi ha detto

Aberrometria non fatta,ma penso che proprio non la facciano,visto che,pur dicendomi che sono due cose diverse sono in fondo in fondo simili. Io avevo telefonato per avere info sull'aberrometria poi arrivato li mi hanno sottoposto a topografia. Non ho rifiutato perchè può essere comunque utile. Cosa dovrei postare?? ci sono "immagini" colorate che rappresentano l'occhio ma non ho scanner.

Per quanto riguarda gli occhiali e per vedere se migliora la vista,mi hanno detto di aspettare perchè "non è che ti metti gli occhiali e di colpo così spariscono i problemi..sopratutto per astigmatismi lievi ci vuole un periodo in cui ci si deve abituare". In pratica Patelli mi ha detto questo.

E no purtroppo non ho avuto info precise su come curare queste aberrazioni.

Altra cosa che non avevo detto ma può essere importante.....quando stavo facendo la topografia e chiedevo come mai di tutte queste cose strane che vedo (ce ne sono talmente tante che non vi ho detto quelle minori..ma solo i fenomeni con le luci),il tizio mi ha detto che molto probabilmente i floaters aiutano ad amplificare i problemi nella cornea anche se tra loro le 2 cose sono distinte. In pratica un raggio luminoso incontra ostacoli e può essere percepito male e quindi anche i flaoters possono peggiorare questa situazione,benchè non siano loro i colpevoli principali
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2797

MessaggioInviato: Mer 08 Gen, 2014 22:54    Oggetto: Rispondi citando

theinvoker ha scritto:
Aberrometria non fatta,ma penso che proprio non la facciano,visto che,pur dicendomi che sono due cose diverse sono in fondo in fondo simili.

Assolutamente no, sono due cose distinte con finalità diverse.

Citazione:
Io avevo telefonato per avere info sull'aberrometria poi arrivato li mi hanno sottoposto a topografia. Non ho rifiutato perchè può essere comunque utile.

Ma non si tratta di rifiutare nulla, sono semplicemente due esami diversi, come scritto tante volte. Prova a farti fare una prescrizione di occhiali solo con una topografia... Poi, tanto per fare un altro esempio banale, se i tuoi problemi non fossero corneali, ma riguardassero il cristallino, con la topografia non avrebbero visto proprio niente.

Citazione:
Cosa dovrei postare?? ci sono "immagini" colorate che rappresentano l'occhio ma non ho scanner.

C'è ben di più Wink

PS: Valore pachimetrico?

Citazione:
Per quanto riguarda gli occhiali e per vedere se migliora la vista,mi hanno detto di aspettare perchè "non è che ti metti gli occhiali e di colpo così spariscono i problemi..sopratutto per astigmatismi lievi ci vuole un periodo in cui ci si deve abituare". In pratica Patelli mi ha detto questo.

Adattamento del sistema visivo neurale. Recenti studi hanno dimostrato che varia tantissimo da persona a persona e che le tempistiche non sono in alcun modo quantificabili a priori, tant'è che alcune persone vedevano meglio prima della correzione anche a distanza di diverso tempo.

Citazione:
In pratica un raggio luminoso incontra ostacoli e può essere percepito male e quindi anche i flaoters possono peggiorare questa situazione, benchè non siano loro i colpevoli principali

Tutti gli elementi diottrici possono influire sulla traiettoria della luce. La cosa curiosa però è che il film lacrimale ed il vitreo sono sempre stati snobbati su questo, imputando tutto sempre e solo alla cornea ed al cristallino, invece recentemente sta uscendo questa "nuova" tesi un po' ovunque, chissà perchè. Quando andavo io a destra e a manca a dire che il vitreo degenerato potesse forse causare aberrazioni del genere mi prendevano tutti per matto. Mah.
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
theinvoker



Registrato: 19/06/13 15:28
Messaggi: 249

MessaggioInviato: Gio 09 Gen, 2014 18:15    Oggetto: Rispondi citando

qui non c'è scritto da nessuna parte il valore pachimetrico...ci sono solo delle immagini con dei dati

una immagine è Axial..poi 2 con Corneal WA-Refraction missing
ai lati ci sono delle tabelle con
Pointer Values
Sim K
Best Fit (Maloney)
Pupil
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Medici oculisti in Italia Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group