Indice del forum Miodesopsie.it
Il portale sulle miodesopsie
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista degli utentiLista degli utenti   Gruppi utentiGruppi utenti   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

Emicrania oftalmica (aura)
Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Due chiacchiere
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2795

MessaggioInviato: Gio 28 Nov, 2013 18:22    Oggetto: Emicrania oftalmica (aura) Rispondi citando

Qualcuno di voi ne soffre? A me non veniva da diverso tempo, oltre 8 mesi, oggi invece è tornata. Anche questa volta dopo l'attività fisica, o meglio dopo la doccia successiva ad essa.
Prima mi si è intorpidita una mano e poi gradualmente è cominciata l'aura. Dopo 40 minuti circa l'aura è scomparsa e dopo circa 20 minuti è cominciato un dolore alla cervicale molto marcato.

______________

Date le domande poste, si precisa:

L'emicrania oftalmica si manifesta soprattutto con un effetto visivo, l'aura, la quale appare in egual maniera nel campo visivo di entrambi gli occhi. Il fenomeno è a livello della corteccia occipitale, ovvero scaturisce dal cervello e non dagli occhi, tant'è che è visibile anche ad occhi chiusi.
Si manifesta tramite punti di non visione e piccole linee colorate, che aumentano gradualmente sempre di più fino ad occupare gran parte del campo visivo, solitamente in 30/45 minuti ma anche di più, per poi sparire all'improvviso. Una volta scomparso ci sono due possibilità, ovvero o si manifesta un'emicrania ("mal di testa") più o meno o forte, per durata più o meno variabile, oppure non succede nulla (emicrania oftalmica sine emicrania).

E' possibile che l'aura sia anche anticipata da sintomi come parestesie diffuse, disturbi del linguaggio (afasia) e nausea.

Aggiornamento importante:

Nel mio caso ho avuto prova certa che il fattore scatenante dell'aura sia la cervicale. Gli attacchi si sono sempre manifestati di inverno dopo essere tornato da correre all'aperto, dunque con freddo importante, e provando e riprovando ho scoperto che tenendo la cervicale al caldo e mai in tensione (la postura è davvero fondamentale) gli attacchi non si manifestano più. Ho fatto anche volontariamente di recente la prova inversa ed infatti l'aura si è manifestata nel giro di pochissimo. Chiaramente io descrivo solo ed unicamente il mio singolo caso, nella speranza che possa essere d'aiuto a qualcuno, seppur ben conscio che le cause scatenati dell'aura possano essere le più disparate da caso a caso, oltre al fatto che la stragrande maggioranza delle volte siano completamente sconosciute.
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica


Ultima modifica di Driver il Lun 12 Ott, 2015 13:27, modificato 13 volte in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Giorgio
Amministratore


Registrato: 11/08/05 08:09
Messaggi: 2077

MessaggioInviato: Dom 01 Dic, 2013 21:31    Oggetto: Rispondi citando

Ciao Driver,
io ho una figlia che ne soffre...
Il confortante è che la tua esperienza sembra indicare una relazione aura-cervicale che non è cosa conosciuta e che invece sembra esserci anche in mia figlia.

Giorgio
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2795

MessaggioInviato: Lun 02 Dic, 2013 1:35    Oggetto: Rispondi citando

Caspita Giorgio non sapevo di tua figlia mi spiace! Io ritengo che nel mio caso esista una stretta correlazione con la vasocostrizione/dilatazione, come riportato in letteratura medica, dal momento che mi succede con il freddo ed il successivo caldo repentino. Ho trovato una tabella che facevo tempo fa (aggiornata proprio all'ultimo freddo precedente) nella quale riportavo i casi di emicrania oftalmica, con il giorno, la durata e le pressioni sanguigne rilevate durante e dopo l'aura (avevo comprato tempo fa lo strumento che ho rispolverato l'altro giorno).
Forse il sangue dei vasi, già in parte compressi dalle vertebre o dalle protrusioni, aumentando il proprio calibro durante la vasodilatazione repentina, va a "disturbare" le terminazioni nervose adiacenti, causando l'emicrania oftalmica.

Il problema è come risolvere la questione... Chissà che questa "cattiva" circolazione non possa giocare scherzi anche in altri sintomi che ho?

PS: Tua figlia esattamente quali sintomi ha? Per quanto perdurano? Ha parestesie prima/durante/dopo l'aura? Ha il mal di testa/cervicale dopo l'aura? Sai per caso se abbia il forame ovale pervio? Acufeni?
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Giorgio
Amministratore


Registrato: 11/08/05 08:09
Messaggi: 2077

MessaggioInviato: Lun 02 Dic, 2013 9:08    Oggetto: Rispondi citando

Nel suo caso il problema è recente e non sono ancora ben definite le dinamiche di comparsa. I problemi maggiori sono alla vista (emianopsia) e non sembrano esserci parestesie anche se in fase acuta si sono evidenziati dei problemi motori...
Ha il forame ovale pervio, anche se di minime dimensioni...

Giorgio
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2795

MessaggioInviato: Mar 03 Dic, 2013 1:34    Oggetto: Rispondi citando

L'emianopsia è "normale", trattasi dell'aura vera e propria. Non è immediata ma graduale, fino a scomparire circa 45 minuti dopo l'inizio. La si vede sia ad occhi aperti che chiusi ed è formata da colori "pulsanti".

I problemi motori sono senz'altro quelli che io definisco parestesie.

E' anche provato che il forame ovale pervio possa dare questi sintomi. Ha già fatto una RM cerebrale? Le sporadiche piccole ischemie, provocate da un forame ovale pervio, lascerebbero segni più o meno evidenti nella RM (così mi disse il cardiologo, per questo lo escluse nel mio caso).
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Giorgio
Amministratore


Registrato: 11/08/05 08:09
Messaggi: 2077

MessaggioInviato: Mar 03 Dic, 2013 8:37    Oggetto: Rispondi citando

Sì la RMN l'ha fatta (ed hanno detto che è negativa) ma adesso sto cercando di avere la cartella clinica per avere i dettagli di tutti gli esami perchè al momento non si sono sbottonati più di tanto e meno che meno hanno fatto una diagnosi.

Giorgio
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2795

MessaggioInviato: Mar 03 Dic, 2013 11:33    Oggetto: Rispondi citando

Sull'emicrania oftalmica non sanno quasi mai cosa rispondere, se non del forame ovale pervio, che è la causa più acclarata attualmente in medicina (seppur non sempre). E' comunque spesso verificabile la sua importanza.

Io feci anche un ecodoppler transcranico con microbolle per capire quanto il PFO fosse più o meno marcato (lo era molto poco).

PS:

http://www.panvascular.com/pagine/info/pazienti/common/PFOAnzola.html

Vedi anche i links in fondo alla pagina linkata.
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Giorgio
Amministratore


Registrato: 11/08/05 08:09
Messaggi: 2077

MessaggioInviato: Mar 03 Dic, 2013 13:10    Oggetto: Rispondi citando

Sì anche lei ha fatto il bubble test ed è risultata una minima positività...

Giorgio
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2795

MessaggioInviato: Mer 04 Dic, 2013 0:53    Oggetto: Rispondi citando

Anche a me minimo! Tre/quattro bolle se non ricordo male, dunque mi spiegarono che il PFO non sarebbe tale da dare certi sintomi come l'emicrania oftalmica, seppur io posi il dubbio del comportamento di tale PFO durante uno sforzo fisico (io ne faccio di molto intensi) e mi fu risposto che le cose non cambiano.

PS: Oggi niente emicrania oftalmica nonostante la medesima attività fisica e temperatura esterna dell'altro giorno! L'unica differenza è stato l'accorgimento nella temperatura dell'acqua della doccia (tiepida tendente al freddo), dunque le ipotesi sono due: O la mia teoria è risultata fondata, oppure è stata una mera coincidenza. Solo il tempo mi darà ragione/torto, quello che è certo è che eviterò senz'altro docce calde ad oltranza.
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2795

MessaggioInviato: Ven 20 Dic, 2013 21:43    Oggetto: Rispondi citando

Spostato:

jasin ha scritto:
L'emicrania oftalmica è una patologia conseguente alla vasocostrizione dei condotti ematici dell'apparato visivo. Può essere causato da semplici vizi refrattivi non corretti oppure da patologie oculari che rendono difficoltosa la visione ; però può anche avere un'origine di altro tipo.
sintomi :
1 fase: aura perdita della percezione della distanza dagli oggetti; 2 fase: emicrania acuta localizzata, perdita di sensibilità al palato e alle dita delle mani, nausea, disturbi del linguaggio, vomito nelle crisi particolarmente forti.

_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica


Ultima modifica di Driver il Mer 22 Gen, 2014 0:08, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2795

MessaggioInviato: Ven 20 Dic, 2013 21:51    Oggetto: Rispondi citando

Ciao jasin, ho spostato il tuo messaggio qui perchè il topic era un doppione di questo.

jasin ha scritto:
L'emicrania oftalmica è una patologia conseguente alla vasocostrizione dei condotti ematici dell'apparato visivo.

Non necessariamente è coinvolta la vasocostrizione, ma spesso è così, come nel mio caso. Però non trattasi propriamente dell'apparto visivo in toto, ma solo della corteccia occipitale.

Citazione:
Può essere causato da semplici vizi refrattivi non corretti oppure da patologie oculari che rendono difficoltosa la visione

Non c'entrano ne' uno ne' l'altro. Sono di origine cerebrale e solitamente idiopatiche, se non nel caso della vasocostrizione (solitamente).

Citazione:
1 fase: aura perdita della percezione della distanza dagli oggetti;

Premesso che non esiste un iter base, perchè sono spesso differenti da persona a persona, così come anche di volta in volta, l'aura può essere preceduta da disturbi motori e del linguaggio (a me è successo leggermente una volta). Successivamente si manifesta l'aura vera e propria, la quale prende il campo visivo di entrambi gli occhi, sia se sono aperti che chiusi, per un tempo che di solito è di circa 45 minuti (ma anche in questo caso varia molto da caso a caso).

Citazione:
2 fase: emicrania acuta localizzata, perdita di sensibilità al palato e alle dita delle mani, nausea, disturbi del linguaggio, vomito nelle crisi particolarmente forti.

L'emicrania non si verifica necessariamente (emicrania oftalmica sine emicrania) e gli altri sintomi sono pre aura non post.

PS: Il vomito è decisamente raro, mentre è sintomo di emicranie di natura differente ben peggiori.
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2795

MessaggioInviato: Gio 16 Gen, 2014 18:40    Oggetto: Rispondi citando

Nuovo attacco per la solita causa. Purtroppo dopo l'attività fisica (solita corsa), per la fretta, ho fatto la doccia calda (mi sono proprio dimenticato) e l'aura si è presentata puntualmente dopo pochissimi minuti. E' cominciata come un piccolo punto di non visione paracentrale (verso il basso a sinistra) per poi diventare la solita "linea" lampeggiante colorata arciforme, la quale pian piano ha preso buona parte del campo visivo sinistro (di entrambi gli occhi chiaramente); poi gradualmente è diventata una specie di grossa linea curva che partiva dal centro-superiore del campo visivo per finire in basso a sinistra di esso. Il punto di fissazione però non è stato mai interessato. Successivamente questo arco si è gradualmente spostato sempre più verso l'esterno del campo visivo sinistro, per poi scomparire totalmente.

In totale è durata circa 45 minuti.

Dopo alcuni minuti dalla fine dell'aura si è verificato un lieve dolore alla cervicale (lato destro), il quale è via via peggiorato per alcune ore, fino a diventare intenso e ad irradiarsi fino sopra all'orbita dell'occhio destro.

A mio avviso non vi è dubbio che il tutto scaturisca dalla veloce vasodilatazione. Il fatto che mi succeda solo nel periodo invernale ritengo che dipenda dal fatto che la vasodilatazione sia esacerbata dalla precedente vasocostrizione, e che per questo non capiti nei mesi non particolarmente freddi.

PS: Non ne sono assolutamente certo, perchè non è semplice rilevarlo in quella condizione, ma ho avuto l'impressione che le "distorsioni" che vedo di solito non fossero presenti durante l'aura. Però non ne sono certo.
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2795

MessaggioInviato: Mer 22 Gen, 2014 0:07    Oggetto: Rispondi citando

Spostato:

theinvoker ha scritto:
da circa un ora però ho tutta la vista che va a scatti...ho dei flash paszzeschi....tutto a intermittenza. Sono preoccupato

Andreiz ha scritto:
vedi dei lampi?

theinvoker ha scritto:
Andreiz ha scritto:
vedi dei lampi?

son spariti...nn so descrivere cos'era

vedevo una specie di linea orizzontale come fosse fatta di plasma,mi rendeva tutto impossibile da vedere,ed era al centro della visuale. col passare dei minuto si è allargata diventando a forma di C,laciando però fortunatamente il buco in mezzo e quindi potevo vedere quello che guardavo. Man mano di ingrandiva spostandosi verso i bordi della visuale. avevo tutto il contorno del campo visivo lampeggiante,poi mi sono addormentato e adesso non ho più niente.

giorgio ha scritto:
Hai avuto mal di testa?

Giorgio

theinvoker ha scritto:
No....niente.

ad un certo punto mi sono accorto di sta cosa proprio al centro della visuale. ho provato a chiudere gli occhi alternativamente ma c'era sempre. Poi fortunatamente si è evoluta allargandosi e infine sparita.

Andreiz ha scritto:
potrebbe essere emicrania oftalmica con aura..

robemuna ha scritto:
Dal sito di Pascotto :
L'emicrania oftalmica consiste in una particolare forma di cefalea (mal di testa) che viene preceduta da strani fenomeni visivi che prendono il nome di "aura", della durata di circa 20-30 minuti. Alcune persone, invece, hanno i sintomi dell'aura senza che questa venga poi seguita da mal di testa.

L'aura visiva può creare molta preoccupazione nel paziente.

Nella forma classica, una piccola macchia cieca appare nella visione centrale con una scintillante luce a zig-zag nel suo interno. Questa macchia si allarga e si sposta di lato, permanendo per un periodo di 20-30 minuti. Quando le sue dimensioni aumentano, la macchia assume la forma di una mezza luna con all'interno una sorta di luce lampeggiante difficile da ignorare, tanto che alcuni individui temono di stare per subire un infarto cardiaco.

In realtà, si tratta generalmente di un fenomeno innocuo, tranne in quelle persone in cui successivamente si presenta mal di testa o emicrania. Il fenomeno visivo generalmente interessa lo stesso lato della visione in ogni occhio, anche se sembra essere sempre più evidente in un occhio rispetto all'altro.

Alcuni riportano differenti sintomi del fenomeno, con il coinvolgimento della visione centrale o descrivendolo come simile al "calore che si solleva dalla macchina". Alcuni lo descrivono come un effetto simile al "caleidoscopio", con porzioni di vista mancanti. Tutte queste variazioni sintomatiche rientrano comunque nella definizione di emicrania oftalmica.

_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2795

MessaggioInviato: Mer 22 Gen, 2014 0:17    Oggetto: Rispondi citando

Con theinvoker ci siamo già scritti per pm, il quale mi ha già rassicurato in merito, ma lo scrivo anche per gli altri: non vorrei mai che nessuno si impressionasse a leggere esperienze altrui, nel caso in oggetto la mia, perchè questo non significa in alcun modo che questo debba capitare anche agli altri. Per di più non esiste alcuna correlazione tra l'aura dell'emicrania oftalmica ed il vitreo, siccome il sintomo si manifesta a livello della corteccia occipitale, ovvero è un sintomo visivo ma di natura prettamente neurologica.

A prescindere dall'oggetto del topic, non impressionatevi mai di quello che leggete, bensì le cose scritte sono e devono restare esperienze personali, riportate per essere condivise e, magari, per trovare informazioni che possano, prima o poi, in qualche modo aiutare. Ma niente di più.

Ci tengo molto a fare questa precisazione.

Tornando in topic:

robemuna ha scritto:
Dal sito di Pascotto :
L'emicrania oftalmica consiste in una particolare forma di cefalea (mal di testa) che viene preceduta da strani fenomeni visivi che prendono il nome di "aura", della durata di circa 20-30 minuti. Alcune persone, invece, hanno i sintomi dell'aura senza che questa venga poi seguita da mal di testa.

L'aura visiva può creare molta preoccupazione nel paziente.

Nella forma classica, una piccola macchia cieca appare nella visione centrale con una scintillante luce a zig-zag nel suo interno. Questa macchia si allarga e si sposta di lato, permanendo per un periodo di 20-30 minuti. Quando le sue dimensioni aumentano, la macchia assume la forma di una mezza luna con all'interno una sorta di luce lampeggiante difficile da ignorare, tanto che alcuni individui temono di stare per subire un infarto cardiaco.

In realtà, si tratta generalmente di un fenomeno innocuo, tranne in quelle persone in cui successivamente si presenta mal di testa o emicrania. Il fenomeno visivo generalmente interessa lo stesso lato della visione in ogni occhio, anche se sembra essere sempre più evidente in un occhio rispetto all'altro.

Alcuni riportano differenti sintomi del fenomeno, con il coinvolgimento della visione centrale o descrivendolo come simile al "calore che si solleva dalla macchina". Alcuni lo descrivono come un effetto simile al "caleidoscopio", con porzioni di vista mancanti. Tutte queste variazioni sintomatiche rientrano comunque nella definizione di emicrania oftalmica.

E' una descrizione sommaria come se ne possono trovare tante, ma in realtà la questione è ben più complessa di così. Se ti interessa l'argomento posso consigliarti un libro che sto leggendo, così ricambio il favore per i libri del Dott. Mozzi Wink

giorgio ha scritto:
io ho una figlia che ne soffre...

Novità? Ha avuto anche lei altri episodi? Ha fatto altri esami?
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Giorgio
Amministratore


Registrato: 11/08/05 08:09
Messaggi: 2077

MessaggioInviato: Mer 22 Gen, 2014 8:27    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Novità? Ha avuto anche lei altri episodi? Ha fatto altri esami?

E' da più di un mese che non ha avuto episodi ed io non ho novità perchè la cartella clinica mi è arrivata una settimana fa...
Adesso passa in mano ad un nuovo neurologo che spero faccia chiarezza sulla situazione!

Giorgio
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Due chiacchiere Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Pagina 1 di 5

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group