Indice del forum Miodesopsie.it
Il portale sulle miodesopsie
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista degli utentiLista degli utenti   Gruppi utentiGruppi utenti   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

Vitrectomia per miodesopsie
Vai a pagina 1, 2  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Vitrectomia
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Giorgio
Amministratore


Registrato: 11/08/05 08:09
Messaggi: 2136

MessaggioInviato: Gio 01 Set, 2005 13:27    Oggetto: Vitrectomia per miodesopsie Rispondi citando

Ciao a tutti. Sono tornato dalle ferie e ne approfitto per inserire anche la mia esperienza.

Ho collezionato sin da giovane (ora ho 45 anni) una serie di problemi agli occhi da guinnes dei primati (forte miopia, miodesopsie, trazioni e lampi retinici, retinopatia periferica, edema retinico, ecc.) e forse per questo non ho mai dato troppo peso alle miodesopsie perché pensavo che in fondo per quanto “disturbata” la vista era meglio averla che non. Non so se per assuefazione o per rassegnazione ma il problema per me non è mai stato psicologico, soltanto "fisico".
Col passare del tempo però la situazione si è aggravata ed ha iniziato a divenire un forte ostacolo al mio lavoro (anch’io come molti utilizzo intensamente il computer) e alla guida ed allora ho iniziato la mia personale indagine per trovare una soluzione.
Per farla breve, ho avuto il nome di un ottimo chirurgo oculista che lavora in un piccolo ospedale del veneto. Sono andato da lui e gli ho spiegato la situazione. Lui inizialmente mi ha detto che LA soluzione poteva essere la vitrectomia, ma che era sempre meglio non toccare gli occhi se non era indispensabile: quando però mi ha esaminato ed ha visto il brodo che mi girava dentro ha capito ed ha convenuto che valeva la pena intervenire.
Per sicurezza mi sono fatto operare prima un occhio (quello più malandato, così rischiavo meno) e dopo più di un anno, in cui tutto è filato liscio, il secondo.

Alcune considerazioni sull'operazione:
- l'operazione è stata fatta solo ed esclusivamente per eliminare le miodesopsie;
- l’operazione non è stata totale ma parziale, vale a dire che mi hanno asportato il vitreo solo nel cono centrale in modo da garantirmi una visione pulita senza lavorare troppo vicino alla retina e senza toglierle il suo naturale supporto;
- l’operazione è stata delicata e abbastanza lunga. La tecnica è stata quella classica (non la suturless): sono rimasto in sala operatoria 2 ore per ogni occhio e ricoverato per 7 giorni di cui i primi 3 dopo l’operazione in immobilità assoluta per evitare problemi alla retina.

La mia soddisfazione è totale: non ho avuto complicanze come la cataratta (per mia fortuna, ma era un rischio che avevo accettato) e sono tornato a vedere limpido.
Per onestà devo anche dire che dopo due anni dal primo intervento (ora ne sono passati 5) ho avuto un iniziale distacco periferico di retina ma, oltre ad essere capitato a lunga distanza dall’operazione, è coinciso con un episodio di forte disidratazione corporea che il mio oculista mi ha immediatamente indicato come causa scatenante e che comunque è stato tamponato senza problemi.

Alcune considerazioni PERSONALI sulla vitreoctomia:
- se si può fare a meno di farla, è meglio non farla perchè è un'operazione chirurgica. Per lo stesso motivo sconsiglierei la liposuzione, la correzione del naso, le tette di silicone. Per le operazioni precedenti alcuni ci hanno lasciato la pelle, molto pochi ma ce l'hanno lasciata. Ora se uno vuol rifarsi il naso per sfizio è una pazzia, ma se lo si vuole rifare perchè altrimenti non riuscirebbe più a vivere, allora avrebbe un senso accettare anche solo quella minima parte di rischio.
- le complicazioni della vitreoctomia sono serie ma hanno una probabilità di evenienza molto, molto bassa (al di sotto dell'1/1000). E se si è in mani buone anche le eventuali complicazioni sono facilmente risolvibili e non lasciano alcuna invalidità. Certo se si è in mano a un macellaio anche una stupidaggine può trasformarsi in tragedia;
- molti oculisti o chirurghi oculisti (fortunatamente non tutti) sono molto restii a suggerire la vitreoctomia non solo per le miodesopsie ma anche per patologie molto più gravi o lo fanno solo quando il paziente ha perso buona parte della propria vista. Ho il forte timore che questo atteggiamento sia dovuto al desideri odi non accollarsi particolari responsabilità. Se un paziente vede (teoricamente) 10/10 ma deve scuotere la testa un quarto d'ora per leggere una parola e viene operato, qualunque cosa andasse storta il chirurgo finirebbe sulla gratella. Se opera un cieco, qualunque cosa accada non potrà mai essergli imputato nulla e se anche il paziente guadagnerà un decimo di vista gli sarà riconoscente in eterno. Io, come altri, ho avuto la fortuna di incontrare un chirurgo che si è assunto questo "rischio" personale e mi ha consentito di risolvere il mio problema.

In bocca al lupo a tutti.
Giorgio
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
PADANO1968
Ospite





MessaggioInviato: Sab 10 Set, 2005 10:54    Oggetto: Rispondi citando

Giorgione (Chinaglia...), la vitreoctomia tu l'hai fatta non tanto per il brodo che ti girava dentro, quanto per, come dici tu all'inizio, il fatto di aver avuto altri guai.Dici niente: edema retinico, retinopatia periferica, trazioni ecc. Tu avverti anche dei rischi, ma non pensi di dover sottolineare MAGGIORMENTE il fatto che per sole miodesopsie sarebbe meglio NON FARLA? Sai, poi c'e' gente che si mette in testa di farla.E magari trova pure chi gliela fa!Non credi si debba essere piu' prudenti? Lo so, ti ricordo forse qualcuno, ma adesso non ti incazzare... Laughing
Torna in cima
artemisia



Registrato: 09/08/05 23:07
Messaggi: 151

MessaggioInviato: Sab 10 Set, 2005 13:16    Oggetto: Rispondi citando



Ultima modifica di artemisia il Gio 08 Feb, 2007 12:37, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Cinzia



Registrato: 13/08/05 22:29
Messaggi: 71
Località: Roma

MessaggioInviato: Sab 10 Set, 2005 13:58    Oggetto: Rispondi citando

Concordo pienamente.
Che sia chiara una volta per sempre una questione.
Non siamo medici e questo è uno spazio in cui ognuno di noi riporta UNICAMENTE le esperienze personali. Punto.

Quanto ai disturbi indicati dall'utente Giorgio, ovvero retinopatia periferica, edema retinico e trazioni sono tipiche di chi ha miopie elevate.
Per tali disturbi non è necessario ricorrere alla vitreoctomia.

Cinzia
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Giorgio
Amministratore


Registrato: 11/08/05 08:09
Messaggi: 2136

MessaggioInviato: Sab 10 Set, 2005 15:25    Oggetto: Rispondi citando

Caro Padano,
mi spiace ma la vitreoctomia all'edema retinico gli fa una baffo (purtroppo, altrimenti adesso sarei un'aquila). E ti posso assicurare che le trazioni retiniche non erano al punto tale da giustificare l'intervento.
Ripeto, ribadisco, sottolineo, abbaio: IO LA VITREOCTOMIA L'HO FATTA PERCHE' IL MARCIO NEI MIEI OCCHI ERA TALE DA RIDURRE LA MIA QUALITA' DI VITA. Ne ho parlato col chirurgo, mi ha visitato ed è risultato che ne valeva la pena.
E se tormassi indietro la rifarei prima.
E se qualcuno mi chiede un parere non dico: non per carità non farla.
Ma dico: entra nell'ottica dell'intervento se vedi che non ce la fai più a vivere così. e poi consultati con un CHIRURGO OCULISTA (cioè uno che ha esperienza di vitreoctomia perchè la fa correntemente) che dopo averti visitato e sentito, avrà gli elementi per consigliarti.

E' notizia di ieri che ha Napoli una donna è entrata in coma profondo per le conseguenze di un lifting.
Vi siete mai scandalizzati quando qualcuno vi ha parlato del lifting? O ritenete che sia un intervento necessario per salvaguardare la vita dell'interessato?

Giorgio
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
PADANO1968
Ospite





MessaggioInviato: Sab 10 Set, 2005 23:29    Oggetto: Rispondi citando

Credo che ormai questo sia il mio caso.Stasera ho visto allo stadio Milan-Siena attraverso sta brodaglia.P.S.Mi devono aver sentito comunque, per la prima volta era illuminato solo il campo e non tutto lo stadio, e per me e' stato meno drammatico.Grazie MILAN.Grazie SILVIO.... Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing
Torna in cima
Dulcinea



Registrato: 30/08/05 09:10
Messaggi: 109

MessaggioInviato: Dom 11 Set, 2005 19:06    Oggetto: Rispondi citando

Beh forse è solo stata una manovra rivolta...
al risparmio.... Laughing Laughing Laughing
comunque sono contenta che te la sei goduta di più la partita Smile
ciao Dulci
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
famodo



Registrato: 03/11/05 12:01
Messaggi: 9

MessaggioInviato: Gio 03 Nov, 2005 14:18    Oggetto: Rispondi citando

è più di un ora che leggo post, si parla di rischi, di benefici, a questo punto ditemi dove documentarmi in merito ai rischi, cioè a quali rischi si va incontro, distacco di retina? cecità? fatemi sapere perchè per lunedì prossimo, giorno di visita dal mio oculista per un problema sopraggiunto in seguito ad una pallonata che mi ha intorpidito il vitreo molto più di come era prima, anzi dicendola per intero, adesso ho una specie di pellicola semi trasparente che si muove nel mio occhio come un tergicristallo per fortuna che almeno la retina è rimasta al suo posto, dicevo, per lunedì vorrei essere preparato in seguito ad eventuali risposte che il mio oculista mi darà in merito alle mie domande sulla vitrectomia, so già che lui è contrario.

A presto


Ultima modifica di famodo il Gio 03 Nov, 2005 14:27, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Cinzia



Registrato: 13/08/05 22:29
Messaggi: 71
Località: Roma

MessaggioInviato: Gio 03 Nov, 2005 14:27    Oggetto: Rispondi citando

Scusa, ma non hai scritto in un altro post che hai già subito un intervento di vitreoctomia ?
Ho capito male ?

Quello che trovi in questi post sono essenzialmente idee, pensieri o elementi tratti da esperienze dirette, pertanto tutto quello che attiene alla tua patologia e ai rischi eventuali di un intervento chirurgico dovrà essere il tuo oculista a spiegarteli bene.

Non preoccuparti in anticipo comunque, stai tranquillo e ascolta con attenzione le cose che ti dirà e poi racconta anche a noi così incrementiamo un pò le nostre conoscenze.

Ciao,

Ci
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
cyberfloaters



Registrato: 24/08/05 17:45
Messaggi: 665

MessaggioInviato: Dom 06 Nov, 2005 22:42    Oggetto: Rispondi citando

giorgio ma dopo l'intervento e vero che hai bisogno degli occhiali per la vicinanza ?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Elvino



Registrato: 19/08/05 15:42
Messaggi: 276
Località: Prov. di Vicenza

MessaggioInviato: Dom 06 Nov, 2005 22:58    Oggetto: Rispondi citando

nella grandissima parte dei casi, dopo la vitreoctomia insorge la cataratta...
e quindi, cambiare il cristallino con uno artificiale.
Con quello artificiale non si riesce a mettere a fuoco.
Quindi servono degli occhiali.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Indirizzo AIM
Giorgio
Amministratore


Registrato: 11/08/05 08:09
Messaggi: 2136

MessaggioInviato: Lun 07 Nov, 2005 9:48    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
giorgio ma dopo l'intervento e vero che hai bisogno degli occhiali per la vicinanza ?

Cyber,
io la cataratta non l'ho avuta e quindi non ho problemi di messa a fuoco.
Da circa 6 mesi uso gli occhiali per leggere ma più che a causa della vitreoctomia (sono ormai passati 5 anni dalla prima) temo dipenda dalla data di nascita...
Giorgio
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
cyberfloaters



Registrato: 24/08/05 17:45
Messaggi: 665

MessaggioInviato: Lun 07 Nov, 2005 12:41    Oggetto: Rispondi citando

quindi stai dicendoi che un esemplare giovane poi nn ha di questi problemi ? Shocked
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Cinzia



Registrato: 13/08/05 22:29
Messaggi: 71
Località: Roma

MessaggioInviato: Lun 07 Nov, 2005 14:37    Oggetto: Rispondi citando

Ragazzi gli occhiali da vicino li devono mettere tutti quando si avvicina l'età, si chiama "presbiopia" e si verifica allorquando il cristallino perde la sua capacità accomodotaria e c'è pertanto necessità dell'ausilio di lenti correttive.
Negli interventi di vitreoctomia, laddove insorge la necessitò di rimuovere il cristallino divenuto catarattoso, il paziente diventa automaticamente presbite e ha bisogno di occhiali per la lettura da vicino.

Io per il momento la cataratta non ce l'ho .. e parafrasando cyber, mi sento un esemplare ancora giovane .. Wink

Cinzia


Ultima modifica di Cinzia il Lun 07 Nov, 2005 14:38, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Giorgio
Amministratore


Registrato: 11/08/05 08:09
Messaggi: 2136

MessaggioInviato: Lun 07 Nov, 2005 14:38    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
quindi stai dicendoi che un esemplare giovane poi nn ha di questi problemi ?

Per quella che è la mia esperienza sì, perchè per 4,5 anni non ho avuto problemi e inizio adesso l'uso degli occhiali da presbite in perfetta sincronia con i miei coetanei.
Comunque Cinzia, che ha una botta di anni meno di me, a distanza di 5 mesi dall'intervento non mi pare che abbia problemi di vista da vicino.
Giorgio
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Vitrectomia Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group