Terapie

 

COS'E' LA VITRECTOMIA E QUANDO VIENE ESEGUITA


La vitrectomia o 'rimozione dell'umor vitreo' una delle tecniche di micro-chirurgia oftalmica piu' avanzate che sono state sviluppate negli ultimi trent'anni.
Con questa procedura chirurgica, molte condizioni altrimenti irrisolvibili trovano una soluzione efficace. In particolare, la vitrectomia e' stata sviluppata per patologie oculistiche che riguardano la retina e il vitreo ed e' per questo che si parla di chirurgia vitreo-retinica.


Questo intervento chirurgico normalmente affronta:

1) Le complicazioni della retinopatia diabetica proliferante;

2) Tutte le forme di opacizzazione del vitreo, dipendenti da molte cause, quindi, emorraggie vitreali, risultati di infiammazioni vitreali (vitreiti), infezioni, membrane;

3) Distacchi di retina con complicazioni;

4) Corpi estranei che possono entrare nell'occhio a seguito di traumi;

5) Condizioni in cui il vitreo provochi delle anormali trazioni sulla retina, con conseguente rischio di distacco o formazione di fori retinici;

6) Cambiamenti della struttura del vitreo in seguito all'intervento di cataratta che 
possano provocare aumento della pressione nel centro della retina con conseguente riduzione del visus.

Questa e' solo una lista parziale di tutte le condizioni che possono essere trattate da questo intervento, che potrebbe essere praticato tutte le volte che si rendesse necessario intervenire su un'anomalia del vitreo o qualora una particolare patologia rendesse complicato agire su tutto il segmento posteriore.

 

---------------------------------------------------------------------N.B.--------------------------------------------------------------------
Le informazioni riportate in questo articolo non vogliono assolutamente sostituire il supporto professionale di un medico
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Miodesopsie.it