Indice del forum Miodesopsie.it
Il portale sulle miodesopsie
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista degli utentiLista degli utenti   Gruppi utentiGruppi utenti   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

Distacco retina e vitrectomia

 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Vitrectomia
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
blaster



Registrato: 06/12/13 12:23
Messaggi: 6

MessaggioInviato: Lun 09 Dic, 2013 12:16    Oggetto: Distacco retina e vitrectomia Rispondi citando

Ciao
scrivo per condividere la mia esperienza nel caso altre persone abbiano passato o stiano passando brutti momenti e avere magari qualche suggerimento o confronto. Premetto che il mio caso è abbastanza complicato e sono veramente soddisfatto del chirurgo che mi ha operato e mi segue ancora costantemente,sia dal lato professionale che umano.
Per riassumere molto velocemente, sono stato operato all'OD all'età di 3 mesi per glaucoma acuto (per fortuna il pediatra ha avuto il sospetto e mi ha spedito subito all'ospedale); intervento chirurgigo tutto ok. Nell'adolescenza ha iniziato ad aumentare la miopia fino ad arrivare a circa 9 diottrie e non ci facciamo mancare un po' di astigmatismo. All'età di 21 circa si ripresenta problema di glaucoma, controllabile senza problemi con collirio. Passano gli anni e la vista peggiora fino ad arrivare a 30 anni con un visus di 1/10 causa cornea molto edematosa e cataratta importante. Dopo vari consulti si decide per trapianto lamellare di cornea e cataratta; intervento effettuato due volte poichè il lembo temporale non era ben aderito. Torno a vedere con grande gioia circa 4/10 e questa estate arriva un'altra bella mazzata: rottura retinica gigante con distacco e ripiegamento di metà retina. Il tutto in soli 6 giorni dai primi sintomi e dopo essere passato per 3 pronto soccorsi e stendiamo un velo pietoso sui primi due, oltretutto di notevole fama. Il primo oculista mi dice che il fondo occhio è tutto ok, il secondo a distanza di un giorno mi dice che è sceso il vitreo con relativo versamento di sangue. Finalmente al terzo colpo viene diagnosticato quanto sopra e vengo operato d'urgenza ad agosto.
Più di due ore di intervento in anestesia locale, vitrectomia, endolaser, crioapplicazioni e olio di silicone. Dopo pochi giorni finalmente ricomincio a vedere la luce e sono contentissimo nonostante una pesante terapia per abbassare il tono oculare. Alle visite di controllo tutto bene, per sicurezza ho fatto un barrage con argon laser vicino alla rottura gigante e finalmente a fine novembre vengo operato per sostituire olio di silicone con il gas visto che la retina era perfettamente adesa. Oltre al gas viene effettuato ancora endolaser e crio.
Dopo una settimana al controllo il chirurgo vede un edema retinico nel lembo inferiore. Oggi (dopo cinque giorni) ho un altro controllo che temo non darà esiti troppo positivi visto che la visione dove il gas è già disciolto non è il massimo.
Se oggi non andrà bene dovrò fare un nuovo intervento per inserire nuovamente olio di silicone...
Mi chiedo se riuscirò mai ad avere un po' di pace per quest'occhio malandato. La retina che sembrava perfettamente attaccata anche durante l'intervento non vuole saperne di stare al suo posto. Ci sono alternative all'olio di silicone? Per quanto tempo è possibile tenerlo?
Fosse per me lo terrei anche tutta la vita, almeno riuscirei a vedere un paio di decimi, ma purtroppo i problemi di glaucoma me lo impedirebbero quasi sicuramente.
Scusate il racconto un po' lungo, ma avevo bisogno di sfogarmi un attimo. Se volete dettagli chiedete pure.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
robemuna



Registrato: 06/04/10 14:41
Messaggi: 2402

MessaggioInviato: Lun 09 Dic, 2013 15:35    Oggetto: Rispondi citando

Ciao, che dirti... hai tutta la mia solidarietà. Al tuo confronto i problemi di noi miodesopsiani fanno abbastanza ridere. Comunque sfogarsi fa sempre bene..in fondo qui non facciamo che questo..perché per quanto banale anche il nostro problema non trova soluzioni.
In bocca la lupo per tutto.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2795

MessaggioInviato: Lun 09 Dic, 2013 18:05    Oggetto: Re: Distacco retina e vitrectomia Rispondi citando

blaster ha scritto:
Ciao
scrivo per condividere la mia esperienza nel caso altre persone abbiano passato o stiano passando brutti momenti e avere magari qualche suggerimento o confronto.

Ciao blaster, benvenuto e grazie per il tuo contributo.

Citazione:
Ci sono alternative all'olio di silicone?

Il gas, ma nel tuo caso non sarebbe indicato.

Citazione:
Per quanto tempo è possibile tenerlo?

Per un tempo "adeguato", che vuol dire tutto e non vuol dire niente. Il punto è che un elemento tamponante, in particolare l'olio di silicone, tende a causare cataratta, oltre che ad influire sulla IOP.

PS: L'altro occhio come va?
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
blaster



Registrato: 06/12/13 12:23
Messaggi: 6

MessaggioInviato: Lun 09 Dic, 2013 19:06    Oggetto: Rispondi citando

ciao ragazzi,
come pensavo controllo andato storto e così domani torno in sala op. Ancora olio di silicone e come dici tu Driver il tempo adeguato vuol dire tutto e niente. Endolaser a gogo sperando chiudere tutte le eventuali falle rimaste. Nonostante un triplo barrage di laser, il lembo inferiore della retina non è rimasto adeso perfettamente e probabilmente è da lì che passa umor acqueo dietro alla retina.
Avendo nell'occhio una IOL e non più il mio cristallino rischio ancora la cataratta Driver?

Per quanto riguarda l'altro occhio ha subito solo un intervento sempre per glaucoma acuto in età neonatale. Attualmente vedo con occhiale 6-7/10 ma tutto sommato cornea, cristallino e retina sono in buono stato. Spero di conservare almeno quello in uno stato più che accettabile.

A presto
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
robemuna



Registrato: 06/04/10 14:41
Messaggi: 2402

MessaggioInviato: Lun 09 Dic, 2013 20:30    Oggetto: Rispondi citando

Ovviamente non rischi nessuna cataratta..avendo gia' sostituito il cristallino
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2795

MessaggioInviato: Mar 10 Dic, 2013 15:11    Oggetto: Rispondi citando

blaster ha scritto:
come pensavo controllo andato storto e così domani torno in sala op.

Mi dispiace molto.

Citazione:
Avendo nell'occhio una IOL e non più il mio cristallino rischio ancora la cataratta Driver?

Solo l'eventuale cataratta secondaria, ma se capitasse si ripulirebbe con apposito laser.

Citazione:
Per quanto riguarda l'altro occhio ha subito solo un intervento sempre per glaucoma acuto in età neonatale. Attualmente vedo con occhiale 6-7/10 ma tutto sommato cornea, cristallino e retina sono in buono stato.

Il glaucoma fu causato da un ristretto angolo iridocorneale?
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
incursore61



Registrato: 20/06/13 16:31
Messaggi: 36

MessaggioInviato: Dom 15 Dic, 2013 22:28    Oggetto: Rispondi citando

Auguri Blaster !
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
blaster



Registrato: 06/12/13 12:23
Messaggi: 6

MessaggioInviato: Sab 21 Dic, 2013 18:08    Oggetto: Rispondi citando

ciao,
per quanto riguarda il glaucoma non saprei dirti molto Driver, si tratta di un intervento fatto più di 30 anni fa, comunque si trattava di glaucoma congenito in entrambi gli occhi. In letteratura ci sono pochi approfondimenti a riguardo.

Ho fatto l'intervento dieci giorni fa, non si è trattato di una recidiva bensì di un distacco di retina in un nuovo punto diverso da quello della scorsa estate. Anche il chirurgo è rimasto molto sorpreso.
Quest'ultimo intervento è stato veramente pesante sia per il dolore intra e post operatorio sia per i risultati. Durante l'intervento la cornea si è opacizzata a tal punto da mettere in crisi il medico su come operare, così hanno dovuto effettuare una sorta di peeling corneale da quello che ho capito per poter continuare l'intervento sul fondo dell'occhio. Come se non bastasse ho avuto un bel sanguinamento dalla coroide, tamponato prontamente, anche se il sangue fuoriuscito si è mischiato con l'olio di silicone che mi avevano appena rimesso.
A dieci giorni dall'intervento il fondo dell'occhio non è valutabile con lampada a fessura, la vista è quasi inesistente se non fosse che vedo luce e qualche ombra se passo una mano davanti all'occhio. Il dolore è presente tutti i momenti della giornata nonostante gli analgesici e i colliri.
Mi rendo conto che purtroppo questo povero occhio sarà difficilmente recuperabile ma non smetterò di sperare in piccoli miglioramenti visivi nel futuro.
Driver, vorrei sapere il tuo parere su una cosa: il gas utilizzato, nel mio caso C3F8, può aver provocato danni in quanto io intollerante o allergico, oppure è una mia idea? In due settimane che ho tenuto il gas ho avuto un nuovo distacco (inspiegabile visto anche il laser fatto precedentemente su tutta la circonferenza dell'occhio) e una opacità corneale crescente sfociata poi in una grave opacità durante l'intervento, ma che comunque si era già presentata 1-2 giorni prima dell'intervento per scambio gas/olio di silicone.

Infine grazie per gli auguri Incursore61, ho letto la tua storia e spero almeno tu abbia risolto positivamente il distacco, come mi sembra di capire dal tuo post.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
robemuna



Registrato: 06/04/10 14:41
Messaggi: 2402

MessaggioInviato: Sab 21 Dic, 2013 18:15    Oggetto: Rispondi citando

Purtroppo secondo recenti teorie il laser preventivo non solo non servirebbe a nulla ( nel senso che non diminuis e il rischio di distacco) ma anzi complicherebbe il successivo intervento per riattaccare la retina qualora si staccasse.
Ovviamente si intende in assenza di rotture retiniche..perche' quelle vanno invece trattate e subito.
Ed ovviamente i pareri dei chirurghi non sono concordi su quanto sopra.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2795

MessaggioInviato: Dom 22 Dic, 2013 4:17    Oggetto: Rispondi citando

blaster ha scritto:
ciao,
per quanto riguarda il glaucoma non saprei dirti molto Driver, si tratta di un intervento fatto più di 30 anni fa, comunque si trattava di glaucoma congenito in entrambi gli occhi. In letteratura ci sono pochi approfondimenti a riguardo.

Quando l'hai inizialmente definito "acuto" ho pensato propriamente ad un glaucoma ad angolo chiuso, il quale è causato dall'umor acqueo che non riesce a defluire agevolmente per colpa dell'angolo irido-corneale stretto (angolo gonioscopico stretto) e di conseguenza avviene un importante e repentino aumento della IOP. Si risolve chirurgicamente "bypassando" l'angolo, ovvero creando un'ulteriore "via di fuga" per l'umor acqueo (iridectomia, iridotomia, sclerotomia, ecc.)

Citazione:
Driver, vorrei sapere il tuo parere su una cosa: il gas utilizzato, nel mio caso C3F8, può aver provocato danni in quanto io intollerante o allergico, oppure è una mia idea? In due settimane che ho tenuto il gas ho avuto un nuovo distacco (inspiegabile visto anche il laser fatto precedentemente su tutta la circonferenza dell'occhio) e una opacità corneale crescente sfociata poi in una grave opacità durante l'intervento, ma che comunque si era già presentata 1-2 giorni prima dell'intervento per scambio gas/olio di silicone.

Premesso, come sempre ma ci tengo a ricordarlo, che non sono un medico, esistono diverse possibili complicanze inerenti al gas:

- Con l'octafluoropropano (C3F8), detto anche perfluoropropano, come anche con altri gas specifici, non va mai utilizzato l'ossido di diazoto (N2O), detto anche protossido di azoto, il quale può venire adottato, ad esempio, come anestetico in odontoiatria: sei stato dal dentista in questo periodo?

- Il gas può spostarsi nella camera anteriore (tra le varie) in particolare in un occhio pseudofachico (come nel tuo caso), venendo di conseguenza a contatto con l'endotelio corneale e potendo così progressivamente deteriorare, nel tempo, la cornea: quanto tempo fa è stato inserito il gas?

- Ci sono altre complicanze che riguardano i gas in generale, ovvero quelle causate dall'altitudine o dalle immersioni subacquee: sei stato ad esempio in aereo?

- Può venire consigliata una specifica posizione "a testa in giù" da mantenere per un determinato periodo: ti era stata prescritta?

Comunque ti linko di seguito alcuni documenti (tra i tantissimi reperibili) interessanti:

Intraocular gas in vitreoretinal surgery

Micromed - Gas in chirurgia vitreoretinica

EasyGas - Octafluoropropano C3F8 (Perfluoropropano)

PS: Il tutto non significa che debba essere necessariamente successo a te, ci tengo a sottolinearlo, non vorrei che ti spaventassi inutilmente.

In bocca al lupo per il decorso.
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
blaster



Registrato: 06/12/13 12:23
Messaggi: 6

MessaggioInviato: Sab 25 Gen, 2014 16:35    Oggetto: Rispondi citando

Grazie dei link Driver. Ho parlato del fatto del gas ma hanno escluso che possa essere stato causa o concausa di problemi.
La posizione mi era stata prescritta, lateralmente (per fare pressione verso la rottura) per la prima settimana e a testa in giù per la seconda settimana.

A parte questo ora la situazione è pessima. Visione praticamente nulla e occhio in completo ipotono. Proverò un'ultimo intervento anche se le possibilità di salvare l'occhio non sono molte, ma non mollerò finchè mi diranno che non si può fare più nulla.
Mi è stato consigliato di fare un consulto con il Prof. Eckardt, qualcuno lo conosce o ha sentito di esperienze da lui?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Driver
Moderatore


Registrato: 06/07/12 15:52
Messaggi: 2795

MessaggioInviato: Dom 26 Gen, 2014 2:43    Oggetto: Rispondi citando

blaster ha scritto:
Grazie dei link Driver.

Figurati Wink

Citazione:
Ho parlato del fatto del gas ma hanno escluso che possa essere stato causa o concausa di problemi.

Con chi ne hai parlato? Solo con chi ti ha operato?

Citazione:
non mollerò finchè mi diranno che non si può fare più nulla.

Giusto! In bocca al lupo! Wink

Citazione:
Mi è stato consigliato di fare un consulto con il Prof. Eckardt, qualcuno lo conosce o ha sentito di esperienze da lui?

Io no, mi spiace.
_________________
Acronimi ("sigle") in oculistica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
blaster



Registrato: 06/12/13 12:23
Messaggi: 6

MessaggioInviato: Gio 27 Feb, 2014 13:48    Oggetto: Rispondi citando

Aggiornamento:
ho eseguito 2 giorni fa un altro intervento per vedere di sistemare come meglio possibile l'occhio, o meglio cercare di farlo sopravvivere almeno da un punto di vista anatomico. Purtroppo l'intervento dello scorso dicembre sembra essere stato completamente "rifiutato" dal mio occhio; nonostante fosse un intervento di routine ha avuto tutte le complicazioni del mondo.
Il referto di ciò che hanno trovato in questo ultimo intervento è impietoso: distacco totale di retina (era una pallina attaccata al cristallino) con distacco sub-totale di coroide, PVR D4. Questo nonostante ci fosse l'olio di silicone a tamponare.
Ora la retina è stata riposizionata per quanto possibile (in parte non è ancora attaccata) e inserito olio di silicone pesante. Ora spero il tono riesca a risalire (da 4mmHg che avevo) in modo da corservare l'occhio dal punto di vista anatomico.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Vitrectomia Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group